Storia del Poker Storia del Poker
31 marzo 2015 71 0

Storia del Poker

/ / Storia del Poker

poker

Il poker attualmente è uno dei giochi più diffusi al mondo, uno di quelli dove girano quantità di soldi veramente elevate. Prima le persone giocavano a poker fra di loro. Oggi esistano tornei mondiali, programmi TV dedicati e casinò online dove è possibile iscriversi per iniziare a sfidare giocatori più o meno esperti.

Il poker in letteratura appare per la prima volta nel 1892, ma sembra che le origini di questo gioco siano ben più datate. Sembra infatti nato 400 anni fa in Germania, conosciuto però con il nome di Pochen. Il francia era conosciuto invece come Poquen. Arrivò poi in America con il nome di Poker.

Nel XVIII secolo a New Orleans vennero messe le basi di quello che oggi è il gioco più conosciuto e amato. Proprio in quel periodo venne introdotta l’occasione per i giocatori di effettuare un cambio di carte, alzando così la posta finale.

E’ stata però portata alla luce un’altra interessante teoria. Tutto si svolge come appena descritto, tranne per il fatto che le sue origini vengono fatte risalire ai persiani. In pratica solo successivamente sarebbe arrivata in Germania, Francia e America. I persiani avrebbero insegnato il gioco a tutti gli altri.

Altri ancora attribuiscono l’origine del gioco (chiamato Pukka) agli indù. Si può dedurre comunque che le influenze culturali sono state davvero tante e non si può che definire il poker come un gioco nato dalla fusione di più teorie.

Il poker oggi, dove si può giocare?

Come abbiamo già accennato, oggi come oggi è possibile giocare a poker in diverse circostanze. Oltre a livello amatoriale, tra amici, è possibile scommettere all’interno dei casinò fisici e quelli online. Grazie a internet, chiunque oggi come oggi può provare anche solo una volta il poker vero. Se prima era considerato un modo per passare il tempo, oggi il poker è reputato un vero e proprio lavoro da molti player pro.

Ormai sempre più persone si interessano a questo gioco. Qualsiasi sia l’età. Dai ragazzi giovanissimi alle persone più adulte. Per molti il poker è una vera e propria novità, ma come abbiamo potuto constatare nell’introduzione dell’articolo, si tratta in realtà di un gioco che ha forse più di 400 anni… tutto tranne che un’innovazione quindi!

Il poker lo possiamo trovare anche nel mondo del cinema. Sono stati tanti i film ispirati a questo gioco, la cui trama si snoda ora nelle sale da poker ora nella vita privata dei player.

Oggi il poker viene visto come un modo per far soldi grazie a  “piccoli investimenti” è un fenomeno generale che colpisce in massa le persone.

Vi sono stati molti casi di persone che hanno vinto ingenti somme di denaro. Ma un caso che ha scioccato in molti, è quello di una persona che con soli 40 dollari di iscrizione, è riuscita a portarsi a casa 2,5 milioni di dollari vincendo il torneo “World series of Poker” (Las Vegas) tutto questo accadde nel 2003.

Ovviamente costui è diventato un modello di ispirazione per molti, ma sfortunatamente non è così semplice vincere, come molti amando pensare, Tuttavia ancora oggi vi sono player di fama mondiale che hanno fatto del poker un vero e proprio lavoro, partecipando a tornei di carattere nazionale e mondiale.

poker 2

Stare attenti a non eccedere

Nonostante il divertimento e qualche corpo di fortuna, è bene ricordare che il gioco può portare alla patologia. La speranza di vincere porta alcune persone a scommettere più di quanto possiedono, arrivando a perdere ogni cosa. Il gioco a questo punto non è più un “lavoro” o un “divertimento”, ma un vero e proprio problema. E’ importante mantenere il contatto con la realtà e non eccedere, prestare molta attenzione a non “rovinarsi”.

Degli studi recenti hanno portato alla luce dati sconcertati.  Circa tre milioni di persone in Italia sono possibili dipendenti dal gioco. Circa il 5% dei ragazzi (16-19) sono già entrati in questo mondo e considerati “poker dipendenti”.

shares